Archivio Quotidiano: 20 Febbraio 2016

Roma 2024 deve servire per migliorare la citta’ e non per fare cattedrali nel deserto

“Le Olimpiadi servono per creare sviluppo e migliorare la citta’. Non devono diventare un’occasione per foraggiare i palazzinari o costruire cattedrali nel deserto, come per Italia 90 o i mondiali di nuoto”. E’ quanto afferma, Stefano Pedica del Pd, candidato alle primarie del centrosinistra. “Le Olimpiadi – sottolinea Pedica – devono essere un’occasione per migliorare la qualita’ della vita dei cittadini e non per costruire un villaggio o altre opere che poi non avranno piu’ alcuna funzione. Non serve cementificare ma razionalizzare e rendere funzionale una citta’ bloccata purtroppo da una gestione inadeguata. Tutte le Olimpiadi hanno portato uno sviluppo effimero, creando occupazione solo per pochi mesi. Questa volta pero’ bisogna cambiare registro. Bisogna trasformare un evento sportivo in una grande opportunita’ per la citta’ che, con la scusa delle Olimpiadi, forse si potra’ finalmente dotare di tutte quelle strutture necessarie per migliorare la vita di tutti i giorni”.

È necessario ascoltare la gente

“Un passaggio all’iniziativa di Francesco Rutelli all’Auditorium della Conciliazione domani sara’ d’obbligo. Sara’ utile per capire quale idea di Roma offre l’ex sindaco ai candidati, se la Capitale sara’ ancora la citta’ del cemento o se finalmente diventera’ una citta’ piu’ verde e vivibile. Mi auguro di trarre molti spunti dal suo lavoro. Se poi, invece, si parlera’ di massimi sistemi, allora vuol dire che mettero’ il testo in archivio”. E’ quanto afferma Stefano Pedica del Pd, candidato alle primarie del centrosinistra a Roma. “Detto questo – sottolinea Pedica – tutti i laboratori d’idee sono interessanti, ma per capire quello di cui Roma ha realmente bisogno e’ necessario ascoltare la gente, girare per i quartieri e toccare con mano la realta’. Lo studio migliore si realizza osservando la vita di tutti i giorni”.